Cure Palliative e Sessualità

 

Già negli anni 80 l’Organizzazione Mondiale della Sanità evidenziava che la salute sessuale ed il benessere sessuale influenzano il benessere generale e quindi la qualità di vita. Eppure ancora oggi l’argomento è spesso carico di preconcetti e tabù.
Pubblicazioni che trattano temi riguardanti l’assistenza sanitaria in relazione alla sessualità sono però in continuo aumento e si sottolinea quanto è importante aprire il discorso e tenere conto dei bisogni sessuali e dei possibili disagi nelle persone di tutte le età, in contesti di salute e malattia. Questa sfera ha molte sfaccettature ed ognuno ha il diritto, nel rispetto verso se stesso e degli altri, di viverla come meglio crede e può esprimerla in tanti modi diversi.

La sessualità durante la vita muta, per via dell’età e dei cambiamenti fisiologici, per le esperienze fatte e per tanti altri motivi. Anche una malattia o le terapie possono incidere sulla sfera intima. In un contesto di malattia, dove vediamo le risorse fisiche ridotte, spesso non ci si ricorda che potrebbero però esserci dei bisogni sessuali o dei disagi correlati e non espressi. È un tema difficile di cui parlare come paziente, per molti motivi, e lo è anche per chi cura.

I bisogni dei pazienti di cure palliative legati alla sfera intima e sessuale sono molto individuali, come del resto lo sono sempre e per tutti e in tutti i contesti di vita, e quindi sono difficili da individuare, se non si apre un dialogo. A volte aiuta un colloquio, per diminuire un disagio, legittimando il tema e dando uno spazio dove la persona possa esprimersi. Un possibile disagio potrebbe essere che la persona ha subito dei cambiamenti fisici, non si piace più e per questo si sente meno attraente o desiderabile. Questi sentimenti possano portare ad un isolamento e a sua volta creare malessere nel partner. Con una malattia, e durante o dopo un percorso terapeutico, la sessualità può assumere sfumature molto diverse rispetto a prima ed il bisogno si potrebbe esprimere in attività che non prendono molte energie, ma che nello stesso tempo soddisfano il desiderio di contatto fisico, di sentire il calore, di scambiarsi carezze e baci per manifestare e comunicare affetto ed appartenenza. Questi aspetti fanno parte della sessualità e sono fondamentali durante tutta la nostra vita ed è per ciò che è importante dare valore e rispetto a questa sfera, riconoscendo che è un diritto per tutti, offrendo sostegno a chi lo desidera e garantendo una certa privacy, anche a persone (gravemente) malate. 

 

Indietro